sabato 27 febbraio 2016

NOI E I NOSTRI LIBRI - Infinity di Alessandra Cigalino - i personaggi

Buon pomeriggio Stelline. Mi permetto presentare la protagonista della Saga di "Infinity". Elizabeth Green è una ragazza che, dopo la morte del padre, deve continuare il cammino di vita, con le proprie forze, senza più il suo "scudo". Ma un giorno un incontro di sguardi stravolgerà ancor di più la sua giovane esistenza.

BREVI ESTRATTI: 
"Lasciando l’Italia, cercavo di allontanare il dolore per la scomparsa di mio padre, il mio scudo. Sapevo benissimo che, pur prendendo quell’aereo, non avrei risolto nulla, ma almeno avrei provato ad affrontare ancora il mio cammino di vita, dove, nel caso in cui fossi caduta, stavolta mi sarei dovuta risollevare con le mie sole forze.
Dovevo provare. Dovevo allontanare il ricordo malvagio della malattia crudele che si era portata via ogni briciolo di potere vitale dal corpo non più possente di quell’uomo che mi faceva gioire di esser viva solo guardando il suo volto ricco di sorrisi. [...] Dovevo avere la mente libera. Era ora di scrivere le pagine della mia vita senza più chiedere la penna in prestito agli altri."

"Aveva un segreto da nascondere. Un segreto stravolgente, in grado di far tremare ogni tipo di certezza.
Ma ero felice di poterlo condividere con lui."

Passiamo invece alla prestavolto di Elizabeth, cioè Emma Roberts.
Emma Rose Roberts è nata il 10 febbraio 1991 a Rhinebeck, New York. E' figlia di Eric Roberts, attore e fratello maggiore di Julia Roberts, e di Kelly Cunningham. Ha due fratellastri, Morgan e Keaton Simons. 
Già dalla più giovane età Emma Roberts passa molto tempo sul set, durante le riprese dei film della zia Julia. Questa esperienza fa nascere dentro di lei, a soli cinque anni, la voglia di esordire come attrice, seguendo così le orme della zia e del padre. In un primo momento la madre si oppone a questa scelta perché non vuole che l'infanzia della figlia sia troppo movimentata; nonostante ciò, dopo appena quattro anni, Emma ottiene il suo primo ruolo nel film drammatico Blow, sotto audizione. Intanto frequenta anche L'Archer School for Girls a Los Angeles, California.
Nello stesso anno ottiene una comparsa, anche se di soli 10 minuti, nel film "I perfetti innamorati", che vede protagonista la zia Julia. La grande occasione per emergere, però, la ottiene grazie al telefilm "Unfabulous", durato tre stagioni. Nel 2005 pubblica l'album "Unfabulous and more", colonna sonora della serie televisiva.
Nel 2006 torna sul grande schermo con il film "Aquamarine" al fianco a Joanna "JoJo" Levesque e Sara Paxton. Nello stesso anno interpreta Nancy Drew nell'omonimo film. Emma ha successivamente recitato in "Hotel Bau", "Lymelife" e "Appuntamento con l'amore". Ha poi recitato insieme a Chace Crawford e 50 Cent nel film "Twelve". Nel 2010 Roberts ricopre il ruolo di Alice Leeds nel film "Memoirs of a Teenage Amnesiac", e l'anno successivo partecipa nella commedia romantica "L'arte di cavarsela" al fianco di Freddie Highmore.
Nel 2013 recita nella commedia "Come ti spaccio la famiglia", insieme a Jennifer Aniston ed entra nel cast della serie televisiva "American Horror Story", dove interpreta un ruolo ricorrente nella terza e quarta stagione. Nel 2015 è protagonista della serie TV "Scream Queens".
Nel 2011 ha iniziato una relazione con Evan Peters.


Rieccomi qui Stelline a presentarvi l'altro protagonista della Saga di "Infinity". William Taylor è un ragazzo che agli occhi di Elizabeth (e non solo) è di una bellezza sconvolgente, addirittura 'da passerella': biondi capelli, occhi verdi simili a raffinati smeraldi, un viso raffinato e un fisico robusto al punto giusto, tanto che Beth, a volte, definisce il suo 'petto di marmo'. Alto quasi un metro e novanta. La bocca carnosa e 'di seta' (sempre a detta della nostra fortunata Elizabeth). Lui è il Demone buono che le ruberà il cuore.

BREVI ESTRATTI: 
"Chi era? Per quale ancestrale motivo mi sentivo così rapita da quegli occhi potenzialmente scioccanti? [...] Mi sembrava un angelo con il biondo dei suoi incantevoli capelli che circondavano un viso così raffinato. Era forse il principe delle favole che fin da piccola ti imponevano di sognare ad occhi chiusi? Beh, io li avevo aperti e lui era lì… Era fino a pochi istanti prima."

"Era addirittura arrossito in volto. E io avrei dovuto temere una persona così estremamente 'umana'?"




Parliamo del prestavolto di William... che è Alex Pettyfer. :)
Alexander Richard Pettyfer è nato il 10 aprile a Stevenage, nell'Hertfordshire, Inghilterra. E' figlio di Lee Ireland, una decoratrice di interni, e di Richard Pettyfer, un attore. Ha un fratellastro più giovane, James Ireland, un giocatore di tennis.
Alex è cresciuto a Slough e ha cominciato la sua carriera come modello a sette anni, per Gap, dopo aver incontrato Ralph Lauren in un negozio di giocattoli a New York (ceeerto, a tutti noi è successo almeno una volta, no?). 
A scuola ha partecipato a numerose rappresentazioni teatrali, tra cui "La fabbrica di cioccolato". Alex ha frequentato numerose scuole private, e dopo il diploma, si è trasferito a Londra per frequentare la Sylvia Young Theatre School. 
Nel 2005, ha fatto il proprio debutto da attore professionista nella produzione televisiva britannica "Tom Brown's Schooldays", interpretando il personaggio principale, Tom Brown. Quello stesso anno è stato scelto per il ruolo della spia Alex Rider nel film "Stormbreaker". Ha scelto questo film invece di "Eragon" perché sarebbe stato girato in Gran Bretagna, sull'Isola di Man (mentre Eragon sarebbe stato girato in Ungheria) e perché aveva paura di volare.
Nel 2008 è apparso in "Wild Child", dove ha conosciuto Emma Roberts, sua futura ragazza. Nel 2009 ha interpretato il ruolo del protagonista in "Beastly", e l'anno dopo è apparso in "Sono il numero quattro".
E' stato preso in considerazione per il ruolo di Jace Wayland in "Shadowhunter - la città di ossa".
Altri film famosi a cui ha partecipato solo "In Time", "Magic Mike" ed "Endless Love".
Ha sette tatuaggi.


Tra gli innumerevoli personaggi della Saga, c'è anche Fabrizio, il grande amico di Beth. Nel terzo volume avrà modo di essere ancor più presente e si scoprirà il vero motivo della sua esistenza. Tuttavia, oltre a lasciarvi una sua foto, vi lascio una doppia intervista, fatta a mo' di "IENE" sia a lui che a William. Spero che vi piaccia! <3

NOME
W. William
F. Fabrizio

SOPRANNOME
W. Will
F. Fabri

ETA’
W. Ho superato i ‘100’ da un po’.
F. Ventuno.

RAPPORTO CON L’ALTRO SESSO
W. Di assoluta stima e rispetto. Ma, pur essendo da un Secolo su questa terra, ho avuto un solo approccio importante.
F. Ho un ottimo rapporto con l’altro sesso, ma… scusate, ha detto davvero ‘un solo approccio importante’ quello là? Ma chi vuole prendere in giro?

LA TUA DONNA IDEALE?
W. Non credevo nemmeno di poterne avere una fino a quando non ho incontrato “Elizabeth”!
F. La mia donna ideale deve essere dolce, sincera, in grado di farmi alzare al mattino con il pensiero costante di lei al mio fianco. Ma quando ti rendi conto che quella donna esiste e che è la tua amica del cuore… ma è stata ammaliata da uno che non dovrebbe nemmeno sfiorarla… scusate! Passiamo alla prossima domanda, per cortesia?

COLORE PREFERITO:
W. Il verde.
F. Azzurro.

CIBO PREFERITO:
W. Tutti i dolci, ma in modo particolare vado matto per la torta di mele… soprattutto quella preparata da Beth!
F. Tutto ciò che riguarda la cucina piccante. Sono latino-americano, di origini quindi ispaniche, e il mio piatto preferito sono le fajitas con pollo.

DI’ QUALCOSA ALL’ALTRO:
W. Cercati un’altra ballerina.
F. Cercati un’altra ragazza da ammaliare con i tuoi occhi!

TRE AGGETTIVI PER DEFINIRE L’ALTRO:
W. Arrogante. Presuntuoso. Invadente.
F. Appiccicoso. Troppo sdolcinato. Troppo antico!

UN LUOGO A CUI SEI MOLTO LEGATO:
W. Il Piccadilly Circus a Londra: il primo bacio di Elizabeth.
F. Perfetto! Grazie tante! Adesso, ogni volta che passerò da quelle parti mi verrete in mente voi due che… Ah! Lasciamo stare, va, che è meglio! Beh, per me, Basiglio… perché lì ho conosciuto Beth e lì ho deciso di restare perché ci abita… anzi ci abitava lei.

BEVANDA PREFERITA:
W. Acqua naturale (accenna un sorriso e diventa rosso in volto, vagando con lo sguardo verso un'altra direzione).
F. Coca cola.

BEVANDA ALCOLICA PREFERITA:
W. Lo scotch whiskey dello Speyside, in Scozia, prodotto con malto puro.
F. Scusate, ma dobbiamo chiamarlo ‘Lord’ quello là? Ma dai! Tiratela meno! Sono un ballerino e, come tale, preferisco evitare di bere alcolici. Mai bevuto neanche un goccio di vino.

GIORNO O NOTTE:
W. Da quando ho conosciuto Beth, posso dire ‘entrambi’, perché lei è in grado di illuminare ogni istante della giornata.
F. Giorno. Il sole, il caldo, la giornata vissuta dai primi raggi del mattino. Adoro la luce.

FAI UN SORRISO:
William sorride timidamente, riuscendo ad ammaliare con lo sguardo penetrante e facendo comparire una deliziosa fossettina.
Fabrizio solleva le labbra, facendo addirittura intravedere il candore della perfetta dentatura che risalta maggiormente sul suo viso bronzeo.

SALUTA L’ALTRO:
W. Addio!
F. A mai più, spero!



"L’amore non conosce differenze, ma riesce a far vivere due persone con un unico cuore.”

NOI E I NOSTRI LIBRI - Infinity di Alessandra Cigalino - l'autrice

Buoooongiorno, lettori!! Per oggi e domani, vi terrà compagnia l'autrice Alessandra Cigalino, con i suoi li libri di Infinity Saga!
Siete curiosi di scoprire (o riscoprire) cosa si cela tra le pagine di questa storia..."infinita"? Emoticon tongue
Bene, perché potrete anche farle qualche domanda tra i commenti, mentre adesso andiamo a risfogliare la trama del suo 'urban fantasy' dove l'Amore sarà il vero protagonista. Iniziamo con il primo volume: 

"INFINITY - LOVE IN A MYSTERY": 
"Dopo la morte del padre, è il tempo per Elizabeth di dar prova del suo coraggio, cercando di imporre le proprie capacità nei vari colloqui di lavoro, a Londra, a soli diciott’anni.
La sua caparbietà però non ha fatto i conti con l’incontro di sguardi che da quel preciso istante inizia a farle vedere il mondo con gli occhi dell’amore di cui ha sentito parlare, ma che non ha ancora provato direttamente in prima persona.
Ma ogni giorno che passa, pur provando verso di lui un interesse ‘nuovo’, Elizabeth inizia ad avvertire qualcosa di misteriosamente indescrivibile che lo rende ancora più affascinante e le fa capire quanto voglia essere partecipe della sua esistenza.
Elizabeth entra così a far parte di un nuovo mondo, dove la musica ha un ruolo fondamentale e parla attraverso le note di un canto d’amore tra due ragazzi, accomunati essenzialmente dal loro stesso identico modo di amarsi, utilizzando anche la poesia come mezzo per unire le loro ‘epoche’.
‘Lui’, forte demone immortale, con un’unica debolezza: Elizabeth!
‘Lei’, indifesa e fragile umana, colma di dubbi e di incertezze, con un’unica forza: William!
Per vivere il loro amore saranno disposti a scendere a ‘compromessi’?
E quale segreto rende così diverso William dagli altri demoni immortali di Mc Call?"

Giusy Moscato: Ciao Alessandra :) Per cominciare questa chiacchierata, parlaci un po' di te. ;)

Alessandra Cigalino: Ciao Giusy! :D grazie di cuore. Sono nata nel 1978 e vivo in un piccolo paese vicino a Pavia. Ho un'attività con mio marito, con il quale lavoro a stretto contatto. Adoro ascoltare musica, pattinare (mio marito però mi ha messo i pattini al chiodo da tempo ormai) e ho sempre adorato leggere fin da piccola, ma la mia passione per la scrittura è nata “per caso” qualche anno fa, dove ho sentito l’esigenza di mettermi al PC per dar libero sfogo a ciò che stava rinchiuso in me da anni. Da allora non sono riuscita più a fermarmi. Per me scrivere è davvero importante, in quanto mi dà la possibilità di instaurare una connessione con me stessa, trasportandomi in un mondo parallelo, nel quale vivo le situazioni e le emozioni dei personaggi che creo. “Infinity – Love in a mystery” è nato “per caso”, durante una Domenica di Novembre di quattro anni fa. Ho sentito l’esigenza di mettermi al pc e ho iniziato a scrivere la storia di una ragazza che, dopo la morte del padre, deve far fronte alle problematiche della vita, senza più il suo “scudo” a proteggerla. Successivamente, ho inserito degli elementi paranormali per poter avere delle ‘rivincite’ che, nella vita reale, non si possono sempre ottenere. Ad esempio, l’opzione di riserva donata da Will al medico che tratta male il padre di Beth in punto di morte. In Elizabeth rivedo molto me stessa, ma solo a distanza di anni sono riuscita a parlare di lei – me - e della ‘nostra’ storia. William, il Demone ‘buono’, è mio marito che, dopo la morte di mio padre, è stato al mio fianco in un modo che solo Angeli Custodi sono in grado di fare. In tutte le storie, anche in quelle che sono in attesa di prender vita tramite i tasti del mio pc, cerco di donare ai futuri lettori anche solo l’un per cento delle forti emozioni che scaturiscono in me durante la scrittura. Ciò in cui credo assolutamente è che l’Amore può abbattere ogni difficoltà e può annientare ogni tipo di differenza. Perché l’Amore vince sempre! <3

Jessica Maccario: Anch'io adoro pattinare *.* wow che bello!! tuo marito ha letto il libro e si è ritrovato in William? :)

Alessandra Cigalino: Ciao Jessica <3 lui non fa commenti a riguardo (è già tanto che abbia letto il libro :D ), ma so che ne è contento e che credo abbia capito, però, come ti ripeto, l'unica cosa che mi ha detto dopo la lettura è stata: "Brava. Mi è piaciuta tanto la scena dell'aggressione in metropolitana". Ora, Jessica, scusa lo spoiler, ma tanto per renderti l'idea della mia reazione... guarda qui... -_- Ecco :D capito :D già lui non legge di suo e comunque ho apprezzato il fatto che sia riuscito ad arrivare fino alla fine :D

Jessica Maccario: ahah infatti, almeno l'ha letto :) E' bello quando le persone accanto ci sostengono, anche se magari non capiscono appieno la nostra passione... quando trovi il tempo di scrivere, hai un momento della giornata in cui ti piace particolarmente?

Giusy Moscato: Che bella storia! :) Hai parlato di passione per la lettura... quali generi ti piace leggere? :)

Alessandra Cigalino: Dato che sono cresciuta a “pane e libri”, grazie a mia madre, ho avuto la fortuna di conoscere molti autori dei più svariati generi, tra cui John Grisham (il mio idolo), Ken Follet, Patrisha Cornwell, Liala, ma quelli che ho maggiormente adorato sin dai tempi della scuola e ai quali faccio riferimento anche in “Love in a mystery” sono in prevalenza Oscar Wilde e Italo Svevo. Per il genere paranormal romance, ho una mia indole predisposta al “paranormale” sin da piccola, quando guardavo film di fantasmi, licantropi e vampiri, ma nelle letture ho riscoperto questa mia passione in Beth Fantaskey, Lauren Kate, per citarne alcune, anche se ne avrei tantissime. Tuttavia, ribadisco che la mia influenza è a carattere generale e riguarda non solo autori, bensì anche telefilm… un esempio? Star Trek, dal quale ho ripreso il potere del “teletrasporto” che mi ha sempre affascinato. Emoticon wink L'unico genere che non sono in grado di leggere come dovrei (tanto che, dovendo farlo per alcune amiche, ho saltato certe pagine) è quello erotico.

Angela Castiello: Uno dei pochi libri fantasy che io abbia mai amato e apprezzato. Non manca nulla, le descrizioni sono perfette, le sensazioni dei protagonisti pure, i luoghi, i momenti di tensione e passione. Perfetto.

Alessandra Cigalino: Grazie di cuore Angela <3 davvero!!! <3

Angela Castiello: Una domanda ce l'ho: quando è prevista l'uscita del terzo volume? :D

Alessandra Cigalino: Mi sto destreggiando all'inverosimile e sto cercando di elaborare giornate di ventotto ore!!! Promesso!!!<3

Giusy Moscato: Parlavi anche di musica... c'è qualche genere particolare che ti ispira durante la scrittura o preferisci scrivere in silenzio?

Alessandra Cigalino: Quando mi metto davanti al PC e inizio a incontrare me stessa, inserisco subito gli auricolari e faccio partire la mia playlist, nella quale vi sono tantissime canzoni, ma tutte di genere melodico, ad esempio John Legend, Marco Mengoni, Bruno Mars, Katy Perry, Beyoncé… potrei continuare all’infinito. Tuttavia, le melodie che maggiormente ho ascoltato per la scrittura di “Love in a mystery” sono quelle del grande Maestro Einaudi, che riescono ancor meglio a far incontrare il mio cuore e la mia anima.

Giusy Moscato: Oltre al terzo volume di Infinity hai altri progetti in cantiere? :)

Alessandra Cigalino: Prima della pubblicazione del primo volume della Saga, ho partecipato a un Concorso Letterario, indetto dalla Plesio Editore e il mio racconto breve di fantascienza è stato selezionato, insieme ad altri cinque, e pubblicato nell'antologia "Abisso" della medesima CE. Pertanto, in cantiere, c'è anche l'evoluzione di quel racconto, intitolato FATA, in quanto narra del problema relativo all'inquinamento terrestre. Inoltre, in cantiere, ho anche romance contemporanei, storie fantasy... ma sono tutti in stand by, in quanto, essendo il tempo a mia disposizione assai limitato, devo destreggiarmi dando delle priorità: indi per cui, prima di tutto, devo terminare la Saga. Tra l'altro, prima dell'uscita del terzo volume ci sarà un altro spin-off che sarà sempre scaricabile gratuitamente, come avvenuto per "Infinity - Mystery and Love".

Ebbene sì, dopo il primo volume e dopo lo spin-off gratuito "Infinity - Mystery and Love", è uscito il 10 Dicembre, solo su Amazon, il secondo libro della Saga, "Infinity - Hate in a mystery".

SINOSSI: 
L’inizio di un nuovo anno riserva a Elizabeth sorprese capaci di illuminare il suo cuore, rimasto in balia dell’oscurità per troppo tempo. Finalmente, grazie all’amore di William può iniziare a gioire, senza temere che da un momento all’altro la felicità si spenga con un semplice interruttore. 
Ma, proprio quando pensa di poter combattere ogni avversità pur di proteggere il suo amore per William, si troverà in balia di situazioni tali che la porteranno a prendere decisioni capaci di avere conseguenze devastanti per il suo futuro e, soprattutto, per tutti i Demoni di Mc Call. 

“L’Amore scenderà a compromessi con l’Odio?” 

Nel secondo volume della Saga di “Infinity” i colpi di scena si susseguiranno e l’Amore, quello puro e delicato in grado di abbattere ogni tipo di diversità, dovrà fare i conti con l’antagonista per eccellenza: l’Odio!

martedì 23 febbraio 2016

Intervista a Bianca Marconero


Jessica Maccario Ha inizio l'intervista di oggi, come sempre se volete potete intervenire :) innanzitutto benvenuta Bianca! :) o devo chiamarti Dante? ;) visto che ti presenti con questo pseudonimo, per prima cosa ti chiedo da dov'è nata l'idea di usarne uno e perché proprio questo, anche se è facilmente intuibile :P

Dante B. Marconero allora la storia è lunga ma provo a fartela breve. Io su FB arrivo come Dante Berlinghieri, ho aperto l'account solo per partecipare alle conversazioni dei gruppi formatisi intorno al torneo "Io Scrittore" visto che chiedevano l'anonimato io l'avevo presa molto sul serio. all'esordio, nel 2013, ho cambiato il nome in Dante Bianca Marconero, che era lungo e da qui Dante B. Marconero. al quale mi sono affezionato. MI piace quando la gente si rivolge a me come a Dante. mi piace pensare che Bianca scrive storie, Dante ama perdere tempo e dire la sua, qui sul social :)

Sabrina Crow Rizzo Ciao Bianca :) Piacere di conoscerti.

Dante B. Marconero ciao Sabrina, piacere mio :D

Jessica Maccario quindi "La prima cosa bella" e il suo protagonista sono legati a questo concorso di "Io scrittore", fanno la loro prima apparizione lì?

Dante B. Marconero allora la prima cosa bella è stato presentato a quel concorso col titolo "confessioni di un idiota sentimentale". ho passato la prima fase poi mi sono ritirata e l'ho publbicato come self. Tre settimane dopo è arrivata la proposta di Newton Compton ma non chiedermi perché. NON ne ho la più pallida idea XD

Jessica Maccario ahahah caspita, il titolo era fortissimo :D beh, perché te lo meriti :) hanno cambiato la copertina, ci sono state delle aggiunte o delle modifiche rispetto al testo self?

Dante B. Marconero XD quel titolo era giustissimo per il libro. Guarda l'editing di Newton ha lasciato sostanzialmente invariati testo e trama. Non ci sono variazioni importanti.

Sabrina Crow Rizzo E dimmi, come sono nati i personaggi di questa storia?

Silvia Castellano Ciao Bianca :) E' stato diverso scrivere "La prima cosa bella" rispetto ai libri di "Albion"? :)

Dante B. Marconero la prima cosa bella è autobiografico. Può sembrare ridicolo, visto che è scritto in prima persona e la voce narrante è maschile, ma quella storia è quasi tutta vera :) c'è stato un periodo, verso la fine dell'università, in cui io e i miei amici giravamo cortometraggi e provammo ad alzare il "tiro" per così dire e girare un lungometraggio. ed è esattamente il pretesto narrativo del libro. molti dei film amatoriali citati li abbiamo fatti davvero. in particolare Matter of dice il corto a cui Dante (personaggio dedica tanto tempo) esiste davvero.

Sabrina Crow Rizzo Molto interessante :) Grazie.

Jessica Maccario abbiamo avuto diverse ospiti passate alla Newton ed è sempre bello sapere che hanno realizzato un sogno :) a te è presto per chiederlo, visto che il libro è appena uscito, ma immagino che sarai felice. Uscirà anche in cartaceo?

Dante B. Marconero Per me è un piacere e un onore essere qui, Jessica e immagino che per le mie colleghe sia stato altrettanto bello <3 ti confesso però che non è proprio il mio sogno. NOn so come dire, ma più che pubblicare con NC mi piacerebbe finire quello che ho cominciato, guadare i volumi sullo scaffale e dire: "li ho fatti io e mi piacciono ancora"

Sabrina Crow Rizzo Come ti sei avvicinata alla scrittura?

Dante B. Marconero Ciao Silvia :) grazie per la domanda! è stato diverso. La prima cosa bella è stato un modo per superare un empasse e per ricordare a me stessa da dove venivo, chi c'era con me, e le cose che amavamo fare. Un viaggio alle origini, tipo. Albion invece è un progetto. E strutturato, è meditato, è programmato. E qualcosa a cui lavoro da sei anni perché ci voglio mettere tutto quello che ho.

Dante B. Marconero Allora, Sabrina, tu sei una scrittrice e puoi capirmi quando dico che è la scrittura a venire da te ;) è il mezzo con cui sfogare l'istinto creativo. non la cerchi, ma lei sa dove trovarti...

Jessica Maccario che bello :) sono d'accordo! finire quello che si è iniziato non è semplice, soprattutto quando si hanno delle serie lunghe. E a proposito di questo, come sai sto leggendo la serie di Albion e mi sta piacendo molto :) hai detto che si tratta di cinque libri, ma quando è nata l'idea di scriverla? eri già consapevole di volerne scrivere cinque?

Sara Piccinini Ciao tesoro! Domandina per te; come hai gestito il cambio dal genere quasi fantasy al romance?^^ è stato problematico? Impegnativo forse? ^^

Dante B. Marconero Grazie ancora Jessica per il tempo che stai dedicando al mio perfido Albione. Ti confesso che è nato come trilogia: tre anni scolastici, tre libri. Ma quando ti trovi un primo libro di un milione e trecentomila caratteri, l'editore ti dice che, no, quello non è un libro. Sono due. E aveva ragione ;)

Jessica Maccario ahah direi :P e dire che sono lunghi anche divisi in due!!

Dante B. Marconero Ciao Sara <3 non è stato complicato. Conta che le cose in prima persona, se fai tanto di entrare in sintonia con la voce narrante si scrivono da sole! Albion è in terza coi pov multipli (siamo arirvati a ben 6 pov in ombre) e, puoi immaginare, che sbattimento che sia. La prima persona per me è sempre stata più facile. il passaggio dal fantasy al romance è stato facile. Parlare dell'amore così come lo abbiamo vissuto è più semplice di inventarsi una storia :)

Sara Piccinini Sono pienamente d'accordo! 6 pov? Adesso si che sono davvero curiosa!!

Anna Proserpio Posto anche io una domandina :D Ne "la prima cosa bella"... mi è parso di capire che il personaggio di Dante è ampiamente autobiografico :) In Albion c'è, similmente, un personaggio in cui ti identifichi? Io, malgrado sia un personaggio maschile, tendo ad empatizzare molto con Marco, specialmente dal secondo libro in poi ;)

Dante B. Marconero Oh ciao Anna <3 grazie per essere qui :) Allora in albion ho scomposto la mia personalità dandone un pezzetto a tutti. Tipo che sono indisponente come Deacon; potrei partecipare ai campionati di senso di colpa, come Marco; sono inflessibile come Helena. Ma, giusto per la cronaca, non assomiglio per niente a lance u.u

Anna Proserpio e non ti svesti ...ops... vesti come Morgana... immagino XD Ma sai che Lance... suscita tanta antipatia per il suo modo di essere così perfettino?!? XD Io ho cominciato ad apprezzarlo e stringere timidamente amicizia con lui in Ombre :D Insomma... ti sei *scomposta* in Albion <3

Jessica Maccario Lance antipatia?? non avrei detto ;) a parte che sta iniziando a essere sempre più misterioso in Ombre...

Dante B. Marconero Hai ragione Jessica, pure così sono lunghi. Quello dipende dai pov, credo. Volevo mantenere un impianto corale, e sono arrivata a quota 6! mettici le descrizioni ambientali, le pagine si accumulano in proporzione. in eredità dovevo aggiungere quello di Morgana, e di Niniane, ma ho dovuto rinunciare. 6 è il massimo che posso gestire, se voglio stare nelle 500 pagine...

Anna Proserpio quando un libro è bello... le pagine non sono mai sufficienti T_T

Jessica Maccario in Albion mi piace molto la caratterizzazione dei vari personaggi, ciascuno ha una personalità unica. Quella forse più complessa è quella di Deacon, ma è bello scoprire con lui quello che sa fare :) Marco è il ragazzo di cui si avverte maggiormente il mutamento, si può dire che il personaggio cresca con la serie e acquisisca sempre più consapevolezza di sé e delle sue capacità. Era questo il tuo intento?

Dante B. Marconero X*D guarda, Anna, anche io ho un problemino con Lance, per questo tenderò a umanizzarlo. ho bisogno di vederlo prendere una cantonata, per tornare a volergli bene! e no, non mi vesto come Morgana, anche perché non farei lo stesso effetto ;)

Sabrina Crow Rizzo Raccontami... Prepari delle scalette, segui degli schemi? Come ti piace scrivere?

Dante B. Marconero sì, grazie Jessica, era esattamente così. Albion è la storia di un ragazzo che diventa re, ma anche di un qualunque ragazzo che diventa grande! Marco è quello che ha un percorso più lineare, nel senso che non torna sui suoi passi.

Jessica Maccario E' vero, è molto coerente :) Ti hanno chiesto in quale ti immedesimi di più e io ti chiedo: di quale sei più orgogliosa? ciascun personaggio dà tanto, ha delle abiltà o contribuisce in qualche modo alla storia. Ce n'è qualcuno che magari aveva un ruolo minore e a cui nel corso della storia hai deciso di dare più spazio?

Dante B. Marconero Guarda, Sabrina, senza scalette e senza plot io mi sento persa XD quindi strutturo tutto, cercando di concentrarmi sui singoli capitoli ai quali chiedo di 1) avere un pov preciso 2) portare avanti almeno un personaggio, 2) portare avanti la storia. cerco di tenerli molto corti.

Dante B. Marconero Jessica, direi che quello di cui mi sento più orgogliosa è Deacon. perché è terribilmente acido, crescendo peggiora, si presta alla linea comica, ha, allo stesso tempo, un potenziale tragico. Se c'è Deacon, la scrittura procede che è una meraviglia ;) Con Deacon non esiste blocco dello scrittore XD

Anna Proserpio Nel secondo libro ti confesso di aver avuto qualche problemino con Deacon... ma è naturale che sia così!!! :D Sai com'è... sono influenzata dalla diffidenza che la fata nutre per l'irlandese XD Scherzi a parte... Deacon è un personaggio di indubbio potenziale :)

Dante B. Marconero Anna, la fata e il mago faranno scintille, lo sai vero ;) ? Deacon come persona sarebbe da prendere a pedate, ma come materiale narrativo salva la vita di chi scrive ;) perché è versatile

Anna Proserpio come cane e gatto chiusi in una stanza XD non vedo l'oraaaaa!!!!

Jessica Maccario visto che si parla di leggende e in parte di vicende storiche, hai fatto molte ricerche a riguardo? quello dei cavalieri era un argomento che ti appassionava già da prima?

Dante B. Marconero Anna, come Cane e gatto, ma con danni collaterali ;) Sì, Jessica, è una ricerca continua. Fa conto che alla fine dell'edizione digitale di ombre ho messo 200 pagine di note XD per lettori molto, molto curiosi, e sopratutto per mettere ordine nelle fonti, e nella mia testa, per così dire.

Anna Proserpio la versione digitale di ombre è una chicca *_* con tutte le note ... in forma di diario di bordo :D effetti collaterali?!? Marcolino rimane secco

Jessica Maccario povero XD

Sabrina Crow Rizzo Dante, scrivi ascoltando musica? Ed eventualmente, la scegli in base alle scene che stai scrivendo?

Jessica Maccario sì ho visto!! io mi sarei già persa a ricordare tutto, complimenti :) non abbiamo parlato dell'Assassina, a cui hai dedicato un libro... anche quello era previsto o è nato successivamente?

Dante B. Marconero Sì, Sabrina, ho un gruppo di riferimento per Albione, sono i Mumford and sons, Facevo le playlist su youtube. adesso su spotify. mi sono evoluta... ;)

Sabrina Crow Rizzo Aahhaaa. Ti capisco. Ci sono canzoni o melodie che sembrano farti penetrare le scene sottopelle ;)

Dante B. Marconero Jessica, le ho scritte in due settimane, dopo il visto si stampi del cartaceo! mi sono detta "o adesso o mai più" XD l'editore voleva pagare un sicario e uccidermi. Non ne può più delle mie trovare u.u L'assassina è nata perla questione del pov. Darlin non rivela il suo, in Albion, e quindi visto che lo avrei usato in Ombre, ho dovuto metterla in pari con gli altri e chiarire quale fosse stato il suo pensiero e il suo ruolo nell'intera vicenda. Gli spin off sono approfondimenti. IL principe spezzato per esempio è un prequel che ha come protagonista Riccardo, il fratello di Marco, che quando comincia la saga è già morto... lo spin-off più ambizioso sarà il 3.5, perché è un prequel ambientato nella Seconda Guerra mondiale, quindi puoi immaginarti cosa questo comporti a livello di ricerche...

Sabrina Crow Rizzo Hai altre passioni, oltre alla scrittura?

Anna Proserpio Lo spin off 3.5... riguarderà il nonno di Marco?

Dante B. Marconero Esatto Sabrina,immagino che pure tu abbia le canzoni "scatenanti" XD la mia vera e prima passione è il cinema. Ci vado di continuo, ci porto i miei figli. La prima cosa bella è una dichiarazione d'amore per il cinema...

Dante B. Marconero esatto Anna. Riguarderà l'attivazione precedente. Il re, il mago, angus, e altri personaggi, prima di Marco e co. e riguarderà la missione messa in atto dai Cavalieri per recuperare alcuni oggetti preziosi, legati alla tavola rotonda, caduti nelle mani dei nazisti.

Jessica Maccario ahah beh però crede in te :) tra l'altro non lo conoscevo questo editore ma ho visto che nonostante il nome faccia pensare al digitale distribuisce anche nelle librerie o sbaglio?

Anna Proserpio Dante B. Marconero ....lo sai bene che fremo già per eredità e il principe... ora si aggiunge alla lista questo spin off su nonno 5draghi *_*

Dante B. Marconero Sì, Jessica, LEB ha un contratto di distribuzione nazionale con Meli - Messagerie spa, che, per intenderci, è la stessa che distribuisce nord, garzanti, o newton! è una cosa più unica che rara che un esponente della micro editoria sia preso in quel circuito.

Jessica Maccario davvero!!

Sabrina Crow Rizzo Due piccole curiosità: ti piace leggere? Quali sono i tuoi autori preferiti?

Dante B. Marconero XD grazie Anna! lo scriverò per te ;) Sabrina la passione è tantissima, ma ammetto che vacilla nei periodi in cui leggo per lavoro. Ti faccio un esempio. Ho passato i mesi di dicembre e gennaio lavorando su un testo che uscirà a breve, dal titolo l'inferno di Victor. Lo ha scritto uno youtuber che si occupa di cinema, ed è un bel testo. Ora, ho fatto delle sessioni di sei- otto ore di filato per le verifiche editoriali. Capirai che quando chiudevo il computer l'ultima cosa che mi veniva da fare era prendere un libro e leggere. I miei autori definitivi sono classici: Zeno, Pirandello, Gadda, Levi e Tasso, fermandomi agli italiani
 
Jessica Maccario io ti chiedo ancora una cosa prima di staccare :) hai sperimentato il fantasy e il romance, c'è un altro genere che ti piacerebbe provare? e magari qualche altra storia nel cassetto che aspetta di essere ripresa in mano? ;)

Sabrina Crow Rizzo Io devo scappare, purtroppo. Dopo leggerò la risposta. Vi saluto e ringrazio Bianca :) Ciao e grazie :)

Dante B. Marconero No, Jessica, posso dire in tutta onestà che mi fermerò a questa esperienza. Finisco Albion perché ci tengo da morire, e per il discorso che si faceva prima: occorre finire quello che si è cominciato. Poi mi occuperò di scrittura ma da editor, lavorando su quella degli altri. Per questo ci tengo a proseguire bene la saga!

Dante B. Marconero Ciao Sabrina, è stato davvero un piacere :)

Dante B. Marconero e a te, Jessica, e coloro che sono intervenuti grazie infinite per l'invito, e per l'attenzione, mi sono molto divertita

Anna Proserpio non scriverai più nulla di tuo?!? Non dirmi così....

Anna Proserpio grazie a te per la tua disponibilità :) e... spero che prima della fine di Albion riusciremo a farti cambiare idea in merito ai tuoi progetti futuri :D

Jessica Maccario ma come?? sei davvero brava a scrivere, sarebbe un peccato! grazie mille per essere stata qui, la prossima settimana posteremo l'intervista anche sul blog. Grazie ancora <3

Dante B. Marconero no no, XD quando si fanno queste affermazioni, sembra sempre che uno sia a caccia di complimenti XD siete troppo carine <3 proverò a rendere il mio pensiero: scrivere è meraviglioso, e non ci piove. Ma anche i processi editoriali che trasformano un manoscritto in libro sono meravigliosi. Dedicarsi all'editing ( sperando di avere sempre testi su cui lavorare) coincide con la realizzazione della mia aspirazione, mi permette di vedere nascere i libri, senza l'ansia di non essere all'altezza. Di nuovo un grazie immenso e un abbraccio ancora più grande!

Virginia Rainbow Autrice Grazie Dante B. Marconero per il tuo intervento!! Intervista interessantissima!!

Virginia Rainbow Autrice Domandona: ma quanto costano i cartacei di Albion??

Anna Proserpio per quanto riguarda i cartacei, si possono acquistare i primi due volumi con la speciale offerta sul sito dell'editore, al prezzo di 19,90 (prezzo per entrambi i volumi) :) http://limitededitionbooks.it/acqu.../albion-albion-2-ombre/. Le copie spedite da LEB hanno autografo e dedica <3

Dante Berlinghieri grazie Anna <3 sei un tesoro :)

Dante Berlinghieri Grazie al gruppo per l'invito, Virginia, è stato davvero divertente!